Effetti Speciali: Differenze Tipologie e Curiosità

Effetti Speciali: Differenze Tipologie e Curiosità

15 Set 2020

Come tutti sanno il cinema ricrea molte volte un mondo di finzione.

Oltre a macchina da presa, attori e direttori della fotografia c'è un mondo poco conosciuto che si occupa di rendere magico e soprattutto “reale” tutte quelle fantasie che escono dalla penna di sceneggiatori e autori. Stiamo parlando dei responsabili degli effetti speciali video ma non solo.

Per effetti speciali si intende qualunque tecnica o trucco utilizzato al fine di creare una situazione, un contesto o un avvenimento in cui non è possibile, economico o sicuro usare le cose reali. Questi si dividono in tre macro categorie:

Effetti meccanici:

Anche detti effetti fisici o effetti pratici, sono di solito realizzati durante le riprese. Gli effetti meccanici comprendono l'uso di materiali di scena meccanizzati, scenari, miniature in scala ridotta, effetti pirotecnici, esplosioni, sparatorie.
Nella categoria delle miniature rientra anche lo Slurp Saur, soprannome dato ai rettili(ma occasionalmente anche ad altri animali) ingranditi otticamente, in maniera da farli sembrare dei dinosauri.
Una macchina che si guida da sola, un edificio che salta in aria, incendi ed effetti atmosferici per ricreare il vento, la pioggia, la nebbia, la neve, le nuvole ecc., sono esempi di effetti meccanici.
Gli effetti meccanici sono spesso incorporati nelle scenografie o negli effetti speciali prostetici, questi ultimi prendono il nome di effetti speciali animatronici. Negli effetti speciali scenografici/meccanici per esempio, un set può essere costruito con porte o muri che si possono rompere per rendere più verosimile una scena di lotta.

Effetti ottici
Anche detti effetti fotografici, gli effetti ottici sono delle tecniche in cui immagini o fotogrammi sono creati fotograficamente, sia "in-camera" usando la doppia esposizione, il matte painting o l'effetto Schüfftan, sia nel processo di post-produzione usando una stampante ottica. Un effetto ottico può essere usato, per esempio, per posizionare gli attori su sfondi differenti.

Effetti visivi

Anche detti effetti digitali o computer-generated imagery o CGI, sono generati al computer che elabora le immagini aggiungendo, togliendo o modificando gli elementi presenti nell'inquadratura, utilizzando tecniche di animazione al computer. Venuti alla ribalta a partire dagli anni novanta, forniscono ai cineasti un maggiore grado di controllo permettendo l'esecuzione di effetti speciali video o meccanici in maniera più sicura e convincente e, con il miglioramento della tecnologia, anche a costi inferiori. Come risultato, molte tecniche di effetti ottici e meccanici sono stati sostituiti dalla CGI.