Come avere un buon audio con Smartphone

Una cosa che forse non sai, ovvero che l’audio è importantissimo, anzi molte volte è più importante dell’immagine stessa.
In questo articolo proveremo a capire come avere un buon audio con Smartphone.
Prima di iniziare a leggere vi ricordo che ho realizzato un video corso GRATUITO della durata di 2 ore, dove approfondisco questo e altri argomenti. Potete vederlo o qui sul sito oppure su Youtube.

Serve sul serio un buon audio ? Non basta quello del mio Smartphone ?

No è la risposta, pensiamo infatti ad un commerciale d’azienda che sta parlando della nuova strategia.
Sicuramente la sua voce deve essere chiara e soprattutto definita in maniera tale da mantenere concentrato lo spettatore per tutta la durata del video.
Purtroppo l’audio dei microfoni degli smartphone o delle fotocamere non è sufficientemente potente per poterci permettere di catturare la voce o comunque suoni in maniera precisa e dinamica, bisogna quindi ricorrere ad un microfono esterno.

Tipi di microfoni per Smartphone

Ci sono diversi tipi di microfoni: lavalier, direzionali e panoramici.
Ogni tipo di microfono ha un suo utilizzo, un microfono panoramico serve per catturare i rumori all’interno di una stanza o comunque come suggerisce il nome cattura suoni con uno spettro molto ampio.
I direzionali invece tendono ad isolare tutto quello che c’è intorno adesso tranne una particolare sezione ovvero quella dove viene puntato.
La pulce o lavalier vengono attaccati direttamente sul soggetto e quindi garantiscono una voce limpida chiara e precisa
Ovviamente dovete cercare di scegliere il microfono che più si adatta alle vostre esigenze e al vostro contesto di ripresa.

Lavalier
Panoramico
Quale microfono comprare

Generalmente io consiglio una pulce, soprattutto per iniziare, se ne trovano anche 20 € su Amazon e alzano di molto la qualità dei vostri filmati, in più possono essere facilmente trasportati e non dispongo di nessun settaggio particolare.
I microfoni panoramici invece sono molto utili se dovete riprendere più persone contemporaneamente che parlano (esempio intervista a tre persone o una conferenza) oppure delle situazioni in cui l’audio deve essere ambientale e quindi servono dei suoni generali della scena e non di un soggetto specifico.

Configurare un microfono su Smartphone

Ora analizziamo come sono fatti questi microfoni e come “collegarli” al nostro dispositivo.
I microfoni di fascia entry level dispongono di un ingresso “Jack” quindi il classico delle vecchie cuffiette per intenderci.
Per collegarlo sarà necessario solo inserire nell’ingresso cuffie del telefonino (dispositivi iOS sarà necessario comprare un adattatore da ingresso Lightning a mini Jack, questo perché gli adattatori non vengono forniti nelle confezioni tradizionali).

Chi invece dispone di una videocamera o macchina foto deve verificare che l’ingresso del suo dispositivo sia separato o unico, per farlo basta controllare il piccolo simbolo sopra il connettore.
Per le videocamere potrebbe essere necessario “abilitare” il microfono, per farlo dovete andare nelle impostazioni audio e selezionare l’ingresso del microfono esterno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

× Scrivici su WhatsApp